STATUTO


 

STATUTO del Gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo
 OT – Orbis Tertius

 

 
Art. 1 – Istituzione
 
All’interno del Dipartimento di Scienze Umane per la Formazione “Riccardo Massa” dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca viene costituito il Gruppo di  ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius (in seguito denominato OT),  presso l’Insegnamento di Estetica dello stesso Dipartimento.
La Sede di OT, pertanto, è situata nella Stanza 4126 dell’Edificio U6 dell’Ateneo, nel quale ha sede lo stesso Dipartimento.
 
 
Art. 2 – Finalità scientifiche
 
OT si occupa di ricerca e formazione sui seguenti temi:
 
- lo studio del tema dell’immaginario contemporaneo e delle sue manifestazioni nel campo della cultura estetica italiana  e internazionale
-lo studio, l’interpretazione e la ricerca sui testi del pensiero contemporaneo – in particolar modo la filosofia francese del secondo Dopoguerra e la psicoanalisi lacaniana – che hanno dato vita a un’innovativa linea di ricerca su questo tema
-lo scambio con altri centri di ricerca nazionali e internazionali che si occupano di ricerche affini
 
-L’attività di OT è finalizzata:
a) alla costruzione di un Seminario permanente di studi attorno a temi di volta in volta stabiliti dal Comitato direttivo, e denominato attualmente “Dis-seminario”;
b) allo svolgimento di ricerche nell’ambito del rapporto tra la psicoanalisi, la filosofia e le scienze umane, con particolare riferimento all’Estetica e alle Scienze pedagogiche;
c) alla formazione specialistica degli studenti che intendono perfezionare i loro studi sulle questioni di cui si occupa OT;
d) a finalizzare la ricerca, nei tempi e nei modi di volta in volta decisi dagli organi del Gruppo, alla pubblicazione scientifica su riviste nazionali e internazionali o all’interno di  collane editoriali
e) a organizzare convegni e giornate di studi sui temi toccati dalle ricerche del Gruppo;
f) a collaborare con organizzazioni che si occupano di ricerca nell’ambito degli stessi temi scientifici;
g) a creare un Laboratorio di studio permanente per laureandi e laureati.
h) collaborare con enti e istituzioni culturali della città su progetti di comune interesse
 
Art. 3 – Organi
 
Organi di OT sono:
1) il Coordinatore scientifico;
2) l’Assemblea dei membri effettivi del Gruppo;
3) il Comitato Scientifico;
4) la Segreteria organizzativa.
 
 
Art. 4 – Il Coordinatore
 
Il Coordinatore è nominato dal Dipartimento su indicazione dell’Assemblea dei membri effettivi. Per la prima istituzione del Coordinamento di OT viene indicata la persona del Prof. Fulvio Carmagnola, professore associato presso lo stesso Dipartimento, che ha proposto la costituzione del Gruppo .
 
Art. 5 – Funzioni del Coordinatore
 
Sono compiti del Coordinatore:
-convocare e presiedere le riunioni dell’Assemblea dei membri effettivi;
-rappresentare OT nei rapporti con le autorità accademiche, con gli organi di governo dell’Università e con le istituzioni esterne, coadiuvato dalla Segreteria organizzativa;
-organizzare le attività di OT
 
Art. 6 – L’Assemblea dei membri effettivi
 
L’Assemblea dei membri effettivi è composta da un minimo di tre membri indicati dal Coordinatore di OT su motivata legittimazione scientifica. I membri possono essere docenti del Dipartimento o di altre sedi accademiche, Dottori di ricerca, Assegnisti, Cultori della materia. L’ammissione o la decadenza in qualità di Socio  avviene su proposta del Coordinatore previo parere dell’Assemblea.
 
Art. 7 – Funzioni dell’Assemblea
 
Sono compiti dell’Assemblea:
-ratificare la nomina del Coordinatore;
-deliberare sulle richieste di adesione;
-deliberare sull’adesione di soci sostenitori;
-svolgere le funzioni di indirizzo e programmazione, nonché di verifica dell’attività svolta;
-collaborare attivamente allo svolgimento delle attività di ricerca, di divulgazione e di
organizzazione degli eventi del Gruppo;
la partecipazione come “membro effettivo” al Gruppo, non comporta il pagamento di alcuna quota associativa.
Possono altresì aderire a OT Docenti e Ricercatori strutturati presso le Università italiane, nonché dottori e dottorandi di ricerca, assegnisti, docenti a contratto e, come corrispondenti esterni, studiosi di altre Università ed Enti di Ricerca, operatori e cultori interessati ai temi in oggetto. Le adesioni possono avvenire su richiesta degli studiosi e operatori interessati o su proposta di un  membro effettivo di OT. Le richieste e le proposte vengono valutate dall’Assemblea dei Soci che delibera in merito al loro accoglimento. Anche in questo caso non è previsto il pagamento di alcuna quota associativa.
 
Art. 8 – Il Comitato Scientifico
 
Il Comitato Scientifico di OT ha funzione di referee e di legittimazione scientifica e sarà composto da studiosi riconosciuti dalla comunità scientifica nel campo dell’Estetica, della Filosofia contemporanea, della Pedagogia e della Psicoanalisi;
i membri del Comitato scientifico potranno essere invitati a partecipare, in qualità di relatori o di visiting professor, alle attività di studio e  ricerca e alle attività editoriali e divulgative del Gruppo .
 
Art. 9 – La Segreteria organizzativa
 
La Segreteria organizzativa di OT sarà composta da una o più persone indicate dal Coordinatore. Compiti della Segreteria sono coadiuvare il Coordinatore nell’organizzazione dei programmi scientifici e delle attività del Gruppo e tenere i contatti con i partner scientifici e organizzativi dello stesso.
 
Art. 10 – Gestione amministrativo-contabile e patrimoniale
 
È facoltà dell’Assemblea dei membri ricercare fondi e finanziamenti pubblici e privati per il sostegno e la copertura delle spese delle attività messe in cantiere da OT
 
Art. 11 – Personale e strutture
 
OT  potrà avvalersi del personale tecnico-amministrativo e delle strutture del Dipartimento, previo accordo con la Direzione dello stesso.
 
Art. 12 – Entrata in vigore
 
Il presente Statuto entra in vigore dalla data di delibera da parte del Consiglio di Dipartimento (4 luglio 2013) e può essere modificato su richiesta di qualsiasi Socio e previo parere favorevole del Coordinatore e dell’Assemblea.
 
Milano, 4 luglio 2013
 
Il Coordinatore
Fulvio Carmagnola

 

ritorna a: chi siamo