7 OTTOBRE 2013, ORE 20.30, TEATRO STUDIO, VIA RIVOLI 6 (MM2 LANZA), MILANO

LA CALLIGRAFIA CINESE: L’ARTE DI CATALOGARE IL MONDO
Performance di Katia Bagnoli e Bruno Riva, conversazione con Carlo Sini

La calligrafia cinese: l’arte di catalogare il mondo è il titolo dello spettacolo che si terrà al Piccolo Teatro di Milano il 7 ottobre (Teatro Studio ore 20.30), nell’ambito della serie di incontri su Lacan e la Cina che si concluderà con un convegno internazionale il 17 e 18 ottobre all’Università degli Studi Milano-Bicocca e all’Università degli Studi di Milano (www.lacanelacina.formazione.unimib.it). 
La serata, a cura del calligrafo e studioso di calligrafia dell’Asia Orientale, Bruno Riva, e della calligrafa Katia Bagnoli, sarà conclusa da una lezione-conferenza del filosofo Carlo Sini sul rapporto tra scrittura, calligrafia e pensiero a cui seguirà un dialogo tra lo stesso Carlo Sini, Marcello Ghilardi, filosofo e studioso del pensiero orientale, e il calligrafo Bruno Riva.

L’evento avrà inizio con una performance calligrafica su fogli di grandi superfici che occuperanno la platea del Teatro Studio. Bruno Riva eseguirà scritte di varie dimensioni in tutte le forme della scrittura cinese, mentre Katia Bagnoli eseguirà nelle principali forme di scrittura canonica e nel formato classico della poesia cinese, una poesia di Wang Wei, oggetto di discussione tra Jacques Lacan e Francois Cheng.