Menu

Il Fantasma della libertà

Home / Il Fantasma della libertà

La presenza di Berlusconi al centro del panorama politico attuale non può essere compresa con le categorie della razionalità del Moderno: siamo di fronte a una mutazione delle figure della rappresentanza, e crediamo quindi necessaria una differente prospettiva che pone al centro della riflessione e dell’analisi critica le nozioni psicoanalitiche di pulsione, godimento, desiderio e la loro attuale declinazione. Da questo punto di vista, Berlusconi rappresenterebbe davvero un nuova specie del Politico, l’incarnazione di un soggetto epocale che va indagato con le categorie della psicoanalisi e della filosofia contemporanee e non soltanto affidandosi alla teoria politica tradizionale.

Fulvio Carmagnola insegna estetica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove coordina anche Orbis Tertius, gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo. Tra le sue ultime pubblicazioni Il consumo delle immagini. Estetica e beni simbolici nella fiction economy (Milano 2006), Il desiderio non è una cosa semplice. Figure di àgalma (Mimesis, Milano 2007), Design, la fabbrica del desiderio, Presentazione di Gillo Dorfles (Milano 2009), Abbagliati e confusi. Una discussione sull’etica delle immagini (Milano 2010).

Matteo Bonazzi, dottore di ricerca in filosofia, è assegnista presso l’Università degli Studi diMilano-Bicocca. è membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertiuse della Redazione di “Attualità lacaniana”. Oltre a vari saggi, è autore de Il Libro e la scrittura. Tra Hegel e Derrida (Mimesis, Milano 2004) e di Scrivere la contingenza. Esperienza, linguaggio, scrittura in Jacques Lacan (Pisa 2009). Ha curato l’edizione italiana di J. Alemán e S. Larriera, L’inconscio e la voce. Esistenza e tempo tra Lacan e Heidegger (Milano 2009).

Riepilogo:

Autore: Fulvio Carmagnola, Matteo Bonazzi

Segnalato il: 1 gennaio 2011

Scheda tecnica: mimesisedizioni.it/il-fantasma-della-liberta.html


 Precedente  Vedi tutti Prossimo