GRUPPO DI RICERCA


 

PIETRO BIANCHI

(Bergamo, 1979) è PhD candidate in Romance Studies alla Duke University. In precedenza è stato research fellow al Dipartimento di Teoria dell’Istituto Jan Van Eyck di Maastricht (2009/2011) e ha fatto attività di ricerca all’Università di Udine e all’Università di Bologna. Ha scritto articoli di psicoanalisi, cinema ed epistemologia. La sua prima monografia Jacques Lacan and Cinema: Imaginary, Gaze, Formalisation è di prossima pubblicazione per l’editore Karnac di Londra. È inoltre critico cinematografico per la rivista Cineforum e collaboratore dei siti web culturali Doppiozero e Le parole e le cose.

 

MATTEO BONAZZI

Dottore di ricerca in filosofia, psicologo clinico, assegnista presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, insegna all’Istituto freudiano di Milano e al CISA di Lugano. È membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius e della Segreteria milanese della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi. Oltre a vari saggi, è autore di: Il Libro e la scrittura. Tra Hegel e Derrida (2004); Scrivere la contingenza. Esperienza, linguaggio, scrittura in Jacques Lacan (2009); El lugar político del inconsciente contemporáneo (2012); Lacan e le politiche dell’inconscio. Clinica dell’immaginario contemporaneo (2012) e, insieme a F. Carmagnola, Il fantasma della libertà. Inconscio e politica al tempo di Berlusconi (2011). Ha curato l’edizione italiana di J. Alemán e S. Larriera, L’inconscio e la voce. Esistenza e tempo tra Lacan e Heidegger, (2009) e, insieme a M. Barenghi, L’immaginario leghista. L’irruzione delle pulsioni nella politica contemporanea (2012).

 

FRANCESCO CAPPA

Ricercatore, insegna Metodologia della formazione, conduce il Laboratorio teatrale presso il Dipartimento di Scienze umane per la formazione “Riccardo Massa” dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca ed è membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius; esperto di clinica della formazione e socio fondatore del Centro Studi Riccardo Massa. Il suo percorso di studio e di ricerca verte sui rapporti fra filosofia, pedagogia, estetica e psicoanalisi. Tra altri ha curato i testi Riccardo Massa. Lezioni su La peste, il teatro, l’educazione (con F. Antonacci, Franco Angeli 2001); Il senso nell’istante. Improvvisazione e formazione (con C. Negro, Guerini e Associati 2006); Intenzionalità e progetto. Tra filosofia e pedagogia (Franco Angeli 2007); Tracce di immaginario (Mimesis 2008); Walter Benjamin, Figure dell’infanzia. Educazione, letteratura, immaginario (con M. Negri, Raffaello Cortina 2012). È autore di La materia invisibile. Corpo e carne in Antonin Artaud (Mimesis 2004), La trama dell’attenzione. Critica e narrazione fra Benjamin e Kafka (Mimesis 2005), Tempi di formazione. Temporalità, formazione e costituzione del soggetto (Unicopli 2005).

 

FULVIO CARMAGNOLA

Insegna estetica all’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove coordina anche Orbis Tertius, gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo. Tra le sue ultime pubblicazioni Il consumo delle immagini. Estetica e beni simbolici nella fiction economy (2006), Il desiderio non è una cosa semplice. Figure di àgalma (2007), Design, la fabbrica del desiderio, Presentazione di Gillo Dorfles, (2009), Abbagliati e confusi. Una discussione sull’etica delle immagini (2010), L’irriconoscibile. Le immagini alla fine della rappresentazione (2011), Clinamen. Lo spazio estetico nell’immaginario contemporaneo (2012) e, insieme a M Bonazzi, Il fantasma della libertà. Inconscio e politica al tempo di Berlusconi, (2011).

 

MARCELLO GHILARDI

Dottore di ricerca in Estetica e Teoria delle Arti, svolge attività di ricerca all’Università di Padova, dove insegna Estetica Interculturale presso il Master di Studi Interculturali ed è membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius. Ha tenuto conferenze in diverse università italiane e straniere, tra cui Parigi, Barcellona, Berlino e Kyoto, ed è stato visiting scholar presso l’università di Hong Kong. Ha curato testi di Cassirer, Jullien, Merleau-Ponty, Nishida, oltre al trattato di Shitao, Discorsi sulla pittura del monaco Zucca Amara (Milano, 2014). Tra i suoi libri più recenti: Una logica del vedere (Milano-Udine, 2009); Filosofia nei manga. Estetica e immaginario nel Giappone contemporaneo (Milano-Udine, 2010); Arte e pensiero in Giappone (Milano-Udine, 2011); Il visibile differente. Sguardo e relazione in Derrida (Milano-Udine, 2012); Filosofia dell’interculturalità (Brescia, 2012).

 

STEFANO MARCHESONI

Laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano e in Scienze dell’Educazione presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ha conseguito nel 2013 il dottorato di ricerca in filosofia a Berlino con una tesi sul pensiero di Walter Benjamin, sotto la guida di Sigrid Weigel. Attualmente insegna filosofia in un liceo milanese ed è membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius. È autore, insieme a Fabio Agostini, di Dispositivi e affetti. Le passioni tristi tra etica e pedagogia (2005).

 

JOLE ORSENIGO

Filosofa dell’educazione e pedagogista, ricercatrice presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius. Si è occupata del tema della fine dell’accadere e del processo educativo, dello spazio quale oggetto pedagogico e delle posizioni dell’educatore e dell’educando nella relazione educativa con particolare riferimento all’opera di Michel Foucault e Jacques Lacan. Allieva di Riccardo Massa, studia e pratica la Clinica della formazione come metodologia di ricerca, formazione e consulenza pedagogica. Ha scritto: Oltre la fine. Sul compimento della formazione (1999), Lo spazio paradossale. Esercizi di filosofia dell’educazione (2008) e Chi ha paura delle regole? Riflessioni pedagogiche sul regime educativo (in corso di pubblicazione).

 

DANIELE TONAZZO

Dottore di ricerca in filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, attualmente studia psicologia clinica presso l’Università degli Studi Milano-Bicocca. Ѐ membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius, insegna presso l’Istituto freudiano di Milano e collabora con una comunità terapeutica per adolescenti (Fondazione Rosa dei Venti). Ha scritto alcuni saggi sul pensiero di Lacan e attualmente lavora, insieme a Matteo Bonazzi, ad un volume sull’estetica lacaniana.

 

PIETRO ENRICO BOSSOLA

Laureato in Filosofia, ha un attestato di DESU ottenuto presso il dipartimento di Psicoanalisi de l’Université Paris VIII. È Psicoanalista e membro della Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e dell’Associazione Mondiale di Psicoanalisi, insegna all’Istituto Freudiano di Milano. È Segretario di Milano per La Scuola Lacaniana di Psicoanalisi e membro del gruppo di ricerca sull’immaginario contemporaneo Orbis Tertius.
È inoltre vice Presidente di Kliné, un’associazione per la cura dei disturbi alimentari e delle dipendenze patologiche.
Ha cofondato Qui e Allora, luogo di incontro tra medicina e psicoanalisi in particolare nell’ambito della psico-nutrizione.
Infine è Presidente de L’Associazione il Nodo che si occupa del disagio sociale, in particolare nell’area educativa e carceraria.
Ha al suo attivo diversi articoli.

 
 

ritorna a: chi siamo